Giosuè Carducci

Carducci Giosuè

La Vita
Giosuè Carducci nacque a Valdicastello di Pietrasanta (Lucca) nel 1835. Padre Michele era un medico e dopo numerosi trasferimenti nel 1849, Carducci si stabilì a Firenze per studiare a scuola dei padri Scolopi e più tardi a Pisa dove si laureò in lettere e incominciò a insegnare. Per le sue idee repubblicane le esperienze di insegnamento furono presto interrotte. Si sposò con Elvira Menicucci dalla quale ebbe quattro figli; ma l’unico maschio morì e fu ispirato la poesia “Pianto antico”. Nel 1860 a soli venticinque anni ottenne la cattedra all’università di Bologna.

Le Opere Nel 1906 riceve il premio nobel per la letteratura; tra le sue opere ricordiamo Giambi ed Epodi, di tono satirico e di argomento politico. Rime nuove la raccolta che meglio rappresenta l’ispirazione poetica carducciana; Odi barbare, in cui il poeta esalta la vita ed esprime l’amore per la sua terra natale, insieme ad argomenti storici e amomenti più personali. Rime e ritmi ultima raccolta ricca di solenne poesia in cui ricorre il tema della morte.Carducci ha lasciato un’ampia serie di saggi di critica letteraria come ad esmpio: Della varia fortuna di Dante, La storia del Giorno di parini... essi trattano di argomenti vari.